seconda guerra mondiale Piacenza

... 70 anni e non sentirli ...


... La Coop dell’Infrangibile nasce dall’entusiasmo che regnava tra la popolazione del dopoguerra, ancora speranzoso e fiducioso che, cacciati fascismo e monarchia, si potesse a breve termine costruire un mondo migliore per le classi subalterne.
È il 6 Febbraio 1946 quando nasce la nostra Cooperativa che non ha ancora una sede, ma che i promotori hanno tanta voglia di trovare. Grazie ai prestiti sociali, i soci fondatori acquistano una casetta in via Alessandria che diventerà la base per la sede della Coop.
In quegli anni la Cooperativa svolge un ruolo molto importante perché centro di dibattito politico e di svago dopo il lavoro.
Dopo qualche anno il contesto politico italiano cambia e le Cooperative iniziano a essere discriminate e perseguitate. Oltre alla scomunica papale per alcuni esponenti, i dipendenti degli Enti Pubblici non possono frequentare le Cooperative, pena il licenziamento in tronco.
Nonostante questi “sabotaggi” di Stato, la Cooperativa riesce a barcamenarsi, con dei bilanci magri, ma con una gran sete di democrazia.
Negli anni Sessanta gli eventi storici cambiano ancora e anche la Cooperativa riprende quota e si sviluppa.
Negli anni Ottanta e a seguire le discriminazioni politiche e sociali di un tempo si sono affossate e la gente che frequenta la Cooperativa non è più considerata “soggetto sovversivo” come una volta.
Molti passi sono stati compiuti in questi anni ed è un bene così, perchè una vera democrazia impone soprattutto il rispetto verso i più deboli. La Cooperativa dell’Infrangibile, come tutte le Cooperative, ha posto nel suo Statuto la solidarietà verso i deboli al primo posto ...